Obiettivi - CdL Ingegneria per l'Industria Intelligente

Torna al corso>

Gli obiettivi formativi sono diretti verso la creazione di professionisti tecnici laureati ad alto profilo professionale in ingegneria industriale, che possano essere rapidamente negli uffici tecnici delle aziende produttrici, nelle attività libero professionale, negli studi professionali, negli uffici tecnici professionali di aziende, entrando direttamente in azienda nei ruoli di componenti dell'ufficio tecnico di sviluppo prodotto e supporto al cliente, della funzione ingegneria di produzione, della funzione logistica, nell'ambito delle moderne tecnologie dell'Industria 4.0. Tali obiettivi vengono perseguiti mediante metodologie innovative, mirate a fornire le competenze digitali necessarie alla fabbrica intelligente.

Il corso di Laurea Professionalizzante in Ingegneria per l'Industria Intelligente è stato quindi interamente progettato per fornire agli studenti metodi e tecniche che permettano loro di affrontare le sfide relative alle nuove tecnologie, che caratterizzano le fabbriche intelligenti che definiscono il paradigma Industria 4.0. Il percorso formativo offerto integra infatti conoscenze teoriche di base delle materie caratterizzanti l'ingegneria, con sviluppo pratico di tali metodologie in laboratorio, e la loro declinazione nelle realtà aziendali mediante un tirocinio formativo. Le conoscenze fornite agli studenti sono relative alle discipline della Elettronica, della Meccanica, della Informatica e della Automatica, a cui sono affiancate competenze trasversali relative alle tecnologie moderne, alla risoluzione di problemi complessi, e le competenze fondamentali delle materie di base, quali Matematica e Fisica.

Per raggiungere tali obiettivi formativi, il corso di Laurea Professionalizzante in Ingegneria per l'Industria Intelligente fornisce ai propri laureati:

  1. una preparazione ad ampio spettro sulle materie relative alla ingegneria industriale e della informazione, con particolare attenzione alle metodologie e tecnologie che richiedono l'integrazione di tali due competenze. In maggior dettaglio, vengono fornite le conoscenze e capacità fondamentali delle discipline caratterizzanti, quali l'Elettronica, l'Informatica Industriale, l'Automatica, la Meccanica, il Disegno e la Progettazione Meccanica.
  2. una adeguata preparazione nelle discipline matematiche e nelle altre scienze di base, che costituiscono lo strumento essenziale per interpretare, descrivere e risolvere i problemi dell'ingegneria.
  3. una adeguata preparazione in alcune discipline affini o integrative, utili a fornire ulteriori conoscenze di tipo ingegneristico, quali la Logistica e la Sicurezza dei sistemi di produzione.
  4. la formazione indirizzata alla conduzione di esperimenti e l'analisi dei dati, e alla capacità di comunicare gli esiti del proprio lavoro. Tali capacità di apprendimento sono necessarie per intraprendere studi successivi con un alto grado di autonomia e per l'aggiornamento continuo delle proprie conoscenze.
  5. la possibilità di svolgere attività formative volte ad agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del settore lavorativo cui il titolo di studio può dare accesso, particolarmente mediante tirocini formativi e di orientamento presso aziende e studi professionali.

Struttura del percorso di studio
Il corso di Laurea Professionalizzante si articola in tre fasi principali.
Nel primo anno vengono fornite le competenze relative alle materie di base e caratterizzanti l'ingegneria, con sviluppo teorico delle tecniche e delle metodologie, principalmente mediante lezioni in aula. Le conoscenze impartite comprendono i fondamenti delle materie di base, tra cui la Matematica, la Fisica e i principi dell'Elettronica, e le materie caratterizzanti, tra cui, l'Informatica Industriale, il Disegno e la Progettazione Meccanica, e la Sicurezza negli impianti industriali.
Nel secondo anno, le competenze teoriche di tipo prettamente ingegneristico vengono approfondite e finalizzate alla loro applicazione concreta, anche attraverso l'uso di strumenti e applicativi professionali, fornendo allo studente la capacità di risolvere problemi reali in un contesto industriale. Le conoscenze impartite comprendono nozioni di Automatica, Programmazione di controllori industriali, Robotica, Progettazione e sviluppo di prodotto, Logistica, e Problem solving. Il terzo anno prevede lo svolgimento di un tirocinio formativo, presso aziende o studi professionali. Il tirocinio ha lo scopo di formare lo studente all'approccio pragmatico ingegneristico di soluzione di un problema applicativo, consentendo allo studente di entrare in contatto in modo concreto ed immersivo nel contesto dell'industria intelligente.
Non sono previsti orientamenti nel corso di Laurea Professionalizzante in Ingegneria per l'Industria Intelligente. Lo studente può personalizzare la propria formazione, selezionando esami a scelta relativi ad un ambito specifico, che concorrono a formare il profilo professionale desiderato.
In particolare:

  • lo studente interessato ad ottenere una formazione come progettista di macchine e sistemi meccatronici privilegia corsi dell'ambito della progettazione meccatronica e al disegno meccanico;
  • lo studente interessato ad ottenere una formazione come progettista di sistemi di automazione può scegliere corsi relativi alla programmazione di controllori industriali e alla robotica;
  • lo studente interessato ad ottenere una formazione relativa alla gestione di sistemi e servizi per l'industria privilegia corsi relativi alla gestione di impianti.

Torna al corso>