Ti trovi qui: Home » Didattica » Corso di laurea in Ingegneria Meccatronica » Obiettivi formativi e Sbocchi occupazionali

Corso di Laurea in INGEGNERIA MECCATRONICA (D.M.270/04)

Obiettivi formativi

Il Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Meccatronica appartiene alla classe LM-33 (Ingerneria Meccanica), in cui gli insegnamenti caratterizzanti dell'Ingegneria Meccanica si completano con insegnamenti della Ingegneria della Informazione allo scopo di formare una figura professionale interdisciplinare e innovativa. La motivazione sostanziale di questa scelta risiede nella volontà di formare figure professionali tecniche in grado di progettare e sviluppare sistemi caratterizzati dalla integrazione di compementi meccaniche, elettroniche ed informatiche, che per loro natura debbono essere progettate e sviluppate in modo sinergico. Il Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Meccatronica ha lo scopo di formare queste figure professionali cha abbiano elementi culturali intrinsecamente trasversali a grandi aree dell’ingegneria, quali l’ingegneria dell'automazione, meccanica ed elettronica/informatica. Appare quindi comprensibile che la formazione di tale figura sia difficilmente completabile in tre anni, a maggior ragione quando (nello spirito del nuovo ordinamento) si intenda aumentare per motivi culturali lo spazio dedicato alle discipline di base. L’obiettivo principale della laurea Magistrale è pertanto il completamento della preparazione di un ingegnere capace di integrare in un progetto meccanico le moderne tecnologie elettroniche ed informatiche, quali ad esempio sensorie ed attuatori elettrici che siano controllati in tempo reale da dispositivi elettronici programmabili (microprocessori, DSP, PLC, ecc.). Tale integrazione è possibile soltanto se il progetto di sistema viene condotto con le moderne metodologie ingegneristiche ottenute come sintesi dei principi e dalle tecniche di progettazione meccanica, elettronica, informatica e di automazione. La figura professionale che ne risulta integra in sé le competenze dell’area scientifica dell’Ingegneria dell’Informazione e quella dell’Ingegneria Meccanica, e si pone come la naturale coordinatrice di progetti elettro-meccanici nei quali sceglie le soluzioni, meccaniche ed elettroniche, che meglio si prestano allo scopo e ne cura l’implementazione nelle varie fasi del progetto. DESCRIZIONE DEL PERCORSO FORMATIVO Il curriculum di studi della Laurea Magistrale in Ingegneria Meccatronica si sviluppa come una naturale prosecuzione del corso di Laurea in Ingegneria Meccatronica, integrando e aggiungendo i contenuti formativi che consentano allo studente di apprendere la visione di sistema e acquisire le competenze per la progettazione innovativa nell'ambito dei sistemi meccatronici comunque complessi. Quindi, allo scopo di fornire questo approccio sistemistico, il percorso formativo passa attraverso la fruizioni di corsi in differenti settori della meccanica e dell’elettronica, unite ad una certa esperienza di tipo applicativo.

Sbocchi occupazionali

I principali sbocchi occupazionali dei laureati magistrali in Ingegneria Meccatronica sono verso le aziende meccaniche che progettano e producono macchine e sistemi con dispositivi elettronici integrati, e verso le aziende elettromeccaniche ed elettroniche che progettano e producono apparecchiature e sistemi di controllo per macchine e sistemi meccanici.