Ti trovi qui: Home » Didattica » Corso di laurea in Ingegneria Meccatronica » Obiettivi formativi e Sbocchi occupazionali

Corso di Laurea in INGEGNERIA MECCATRONICA (D.M.270/04)

Obiettivi formativi

Il Corso di Laurea in Ingegneria Meccatronica ha come obiettivo formativo prioritario quello di assicurare ai propri laureati un'adeguata padronanza di metodi e contenuti scientifici generali, che consenta loro di completare proficuamente la propria preparazione professionale all’interno di successivi percorsi formativi e di adattarsi alla rapida evoluzione tecnologica che caratterizza l’ingegneria meccatronica e i settori produttivi in cui essa trova applicazione. Per raggiungere tale obiettivo formativo prioritario, il Corso di Laurea in Ingegneria Meccatronica intende fornire ai propri laureati: 1) una solida preparazione nelle discipline matematiche e nelle altre scienze di base, che costituiscono lo strumento essenziale per interpretare, descrivere e risolvere i problemi dell'ingegneria; 2) una preparazione ad ampio spettro nell’ingegneria industriale e dell’informazione, finalizzata a fornire le conoscenze e capacità fondamentali delle seguenti discipline caratterizzanti: l’elettronica, i sistemi per l’elaborazione dell’informazione, l’automatica, le macchine, la costruzione e progettazione di macchine, l’elettrotecnica e gli azionamenti elettrici; 3) un’adeguata preparazione in alcune discipline affini o integrative, utili a fornire ulteriori conoscenze di tipo scientifico e ingegneristico, quali la fisica tecnica, le tecnologie e gli impianti meccanici; 4) capacità di condurre esperimenti e di raccogliere e interpretarne i dati, capacità di comunicare gli esiti del proprio lavoro, capacità di apprendimento necessarie per intraprendere studi successivi con un alto grado di autonomia e per l’aggiornamento continuo delle proprie conoscenze. Il Corso di Laurea in Ingegneria Meccatronica offre inoltre ai propri studenti: a) la possibilità di acquisire ulteriori competenze nei campi specifici di maggiore applicazione industriale, utili per l’inserimento immediato nel mondo del lavoro dei laureati che non intendano proseguire gli studi e, a tale scopo, definite coerentemente con i ruoli professionali in cui sono prevalentemente impiegati i laureati (di primo livello) in Ingegneria Meccatronica; b) la possibilità di svolgere attività formative volte ad agevolare le scelte professionali mediante la conoscenza diretta del settore lavorativo cui il titolo di studio può dare accesso, particolarmente mediante tirocini formativi e di orientamento presso aziende o mediante attività progettuali da svolgersi presso i laboratori della facoltà e dei dipartimenti o presso altri enti pubblici; c) la possibilità di acquisire ulteriori competenze nelle discipline caratterizzanti per l’ingegneria industriale e dell’informazione;

Sbocchi occupazionali

I principali sbocchi occupazionali sono verso le aziende meccatroniche o meccaniche in cui il prodotto tipico sia un dispositivo meccanico integrato da un dispositivo di controllo o diagnostica a governo elettronico. Altri sbocchi sono relaitivi alle aziende che producono sistemi complessi meccatronici (macchine automatiche, macchine semoventi civili o industriali, quali automobili, trattori, etc.), in cui cioè la meccanica del sistema viene integrata mediante dispositivi elettronici di controllo.