Ti trovi qui: Home » Didattica » Corso di laurea in Ingegneria Meccatronica » Insegnamento: Progettazione meccanica assistita e cam

Insegnamento: Progettazione meccanica assistita e cam (Offerta Formativa a.a. 2017/2018)

Corso di studio: INGEGNERIA MECCATRONICA (D.M.270/04)

CFU12
Moduli

Modulo: Progettazione meccanica assistita e cam I
TAF: Caratterizzante; SSD: ING-IND/14; Ambito: Ingegneria meccanica
Docenti: Davide CASTAGNETTI

Modulo: Progettazione meccanica assistita e cam II
TAF: Caratterizzante; SSD: ING-IND/16; Ambito: Ingegneria meccanica
Docenti: Leonardo ORAZI

Materiale Didattico Accedi al materiale didattico su Dolly
Propedeuticitą obbligatorie
Modalitą di accertamento del profitto Orale
Modalitą di valutazione Voto
Esse3 Accedi ai dati dell'insegnamento su Esse3
Lingua di insegnamento

Italiano

Partizionamento studenti

Nessun partizionamento

Obiettivi

- Descrivere i metodi numerici per il calcolo strutturale degli organi delle macchine
- Conoscere gli strumenti computazionali disponibili in commercio
- Applicarli a problemi complessi in ambito meccanico (bi- e tri-dimensionali)
- Valutarne vantaggi e svantaggi rispetto ai metodi classici
- Guidarne la scelta per l'inserimento in azienda
- Conoscere la procedura per la generazione automatica dei percorsi utensili.
- Saper utilizzare un sistema CAM avanzato.

Prerequisiti

Costruzione di Macchine
Tecnologia Meccanica

Contenuti

1. IL PROGETTO MECCANICO1.
1 Fasi dell'attivitą industriale e rilevanza della progettazione.
1.2 Ruolo unificante del calcolatore tra progettazione e produzione.
2. RICHIAMI DI TEORIA DELL'ELASTICITĄ.
2.1 Analisi dello stato di tensione e di deformazione.
2.2 Legame costitutivo e posizione del problema elastico.
3. FORMATO MATRICIALE DELL'ANALISI STRUTTURALE
3.1 Vettore degli spostamenti e vettore dei carichi.
3.2 Definizione e significato fisico della matrice di rigidezza.
3.3 Proprietą della matrice di rigidezza.
4. METODO DELL'ELEMENTO FINITO
4.1 Fasi del metodo dell'elemento finito.
4.2 Formulazione generale dell'elemento.
4.3 Proprietą della soluzione agli elementi finiti.
4.4 Organizzazione dei codici strutturali agli elementi finiti.
4.5 Regole di buona modellazione.
4.6 Problemi termostrutturali.
4.7 Analisi termoelastica agli elementi finiti.
4.8 Dinamica strutturale.
4.9 Analisi modale agli elementi finiti.
4.10 Cenni di analisi non lineare.
5. ALTRI METODI COMPUTAZIONALI
5.1 Elemento finito di tipo "h" e di tipo "p".
5.2 Elementi al contorno6. SINTESI STRUTTURALE
6.1 Analisi, sintesi ed ottimizzazione strutturale.
6.2 Variabili, vincoli, obiettivi di progetto e ricerca dell'ottimo.
7. INSERIMENTO IN AZIENDA
7.1 Necessitą computazionali dell'azienda ed allocazione delle risorse.
7.2 Caratteristiche e criteri di scelta dei codici commerciali.
7.3 Analisi critica e presentazione dei risultati computazionali.
8. CAM
8.1 Generalitą sui sistemi CAD/CAM.
8.2 Le procedure: sgrossatura, finitura e ripresa.
8.3 La verifica e la simulazione della lavorazione.
8.4 Cenni sulle procedure a 5 assi.
8.5 Esercitazioni pratiche.

Metodi didattici

Il corso prevede lezioni teoriche ed esercitazioni dedicate alla soluzione di esercizi di progettazione meccanica e fabbricazione metodi computazionali mediante sistemi di simulazione (Elementi Finiti e CAM).

Verifica dell'apprendimento

L’esame prevede: 1. Questionario teorico (scritto) 2. Analisi agli elementi finiti al calcolatore (software Lusas) 3. Tesina a gruppi di due, relativa ad un caso industriale per il quale si svolge: (i) analisi agli elementi finiti (software Lusas e Solidworks), (ii) analisi del percorso utensili (software Cimatron)

Risultati attesi

Vedi "Obiettivi formativi"

Testi

E. Dragoni, D. Castagnetti (2011). Appunti di Progettazione Meccanica Assistita. BOLOGNA: Esculapio, ISBN: 9788874884674

Docenti

Davide CASTAGNETTI
Leonardo ORAZI