Ti trovi qui: Home » Didattica » Corso di laurea in Ingegneria Gestionale » Insegnamento: Sistemi e comportamento organizzativi

Insegnamento: Sistemi e comportamento organizzativi (Offerta Formativa a.a. 2017/2018)

Corso di studio: INGEGNERIA GESTIONALE (D.M.270/04)

CFU9
Moduli

Modulo: Sistemi e comportamento organizzativi
TAF: Caratterizzante; SSD: ING-IND/35; Ambito: Ingegneria gestionale
Docenti: Fabiola BERTOLOTTI

Materiale Didattico Accedi al materiale didattico su Dolly
Propedeuticità obbligatorie
Modalità di accertamento del profitto Orale
Modalità di valutazione Voto
Esse3 Accedi ai dati dell'insegnamento su Esse3
Lingua di insegnamento

Italiano

Partizionamento studenti

Nessun partizionamento

Obiettivi

Il corso è sviluppato per fornire le conoscenze di base per la comprensione delle organizzazioni e del comportamento organizzativo, dei criteri di progettazione organizzativa, dei principali tipi di strutture e della gestione dei processi organizzativi.
Più in particolare gli obiettivi di apprendimento attesi a seguito del completamento del corso e superamento del relativo esame sono, con riferimento ai descrittori di Dublino, i seguenti:

Conoscenza e capacità di comprensione:

1. Conoscenza e comprensione dei principali tipi di strutture organizzative e criteri di progettazione.
2. Conoscenza e comprensione delle differenze individuali che influenzano il comportamento organizzativo.
3. Conoscenza e comprensione del funzionamento dei gruppi di lavoro, delle variabili che influenzano l'efficacia e dei principali processi sociali .
4. Conoscenza e comprensione delle principali teorie sulla leadership.
5. Conoscenza e comprensione dei processi organizzativi legati ai conflitti e alla gestione del potere.

Capacità di applicare conoscenza e comprensione:

6. Capacità di analizzare e progettare strutture organizzative o cambiamenti di strutture organizzative.
7. Capacità di analizzare come le differenze individuali possono incidere sui comportamenti di ruolo ed extra-ruolo, individualmente e in gruppo.
8. Capacità di analizzare e progettare gruppi di lavoro efficaci.
9. Capacità di analizzare i processi di leadership e fornire indicazioni su quali persone potrebbero essere efficaci in particolari situazioni organizzative.
10. Capacità di analizzare le principali fonti di conflitto e attivare modalità per fronteggiarle.

Prerequisiti

Nessuno, anche se è vivamente consigliato aver sostenuto l'esame di fondamenti di economia aziendale

Contenuti

Introduzione all’organizzazione
Che cos’è un’organizzazione?
Gli elementi dell’organizzazione
L’evoluzione della teoria e della progettazione organizzativa

Strategia, progettazione organizzativa ed efficacia
Il ruolo della direzione strategica nella progettazione organizzativa
Il fine organizzativo
Strategie organizzative e progettazione organizzativa

Gli elementi fondamentali della struttura organizzativa
Criteri per il raggruppamento delle unità organizzative
Strutture funzionali, divisionali, a matrice, orizzontali, a rete, ibride

Alle basi del comportamento: personalità e differenze individuali
Determinanti e conseguenze del comportamento individuale
La personalità in ambito organizzativo
Il modello dei Big Five
Altri tratti rilevanti della personalità

Atteggiamenti, Percezioni e Giudizi
Valori e atteggiamenti verso il proprio lavoro
La soddisfazione del proprio lavoro: valutazione e conseguenze potenziali
Il coinvolgimento nell’organizzazione (organizational commitment)
Percezioni e attribuzioni

Motivazione
Che cos’è la motivazione al lavoro: motivazione intrinseca ed estrinseca
Perché le persone operano in un certo modo: le teorie motivazionali
Le teorie del contenuto
Le teorie del processo
Gli strumenti motivazionali

I diversi tipi di gruppi di lavoro e il modello dei cinque stadi di sviluppo
Caratteristiche dei gruppi di lavoro
Regole, norme e ruoli
L’efficacia dei gruppi: fattori di contesto, dinamiche e processi di gruppo
I processi decisionali di gruppo
I processi disfunzionali

Conflitti, Potere e politica

La leadership
Teorie dei tratti personali e approcci comportamentali
Teorie contingenti
Teorie del processo
Teorie del risultato

La cultura organizzativa
Cerimonie organizzative, riti e linguaggio

Metodi didattici

Il corso ricorrerà a una combinazione di lezioni frontali, discussioni, analisi di casi aziendali e testimonianze.

Verifica dell'apprendimento

La preparazione degli studenti sarà valutata attraverso le seguenti due modalità: 1) Studenti frequentanti il corso che hanno preso parte al team case study 25 % discussione e relazione scritta di un caso aziendale Per la discussione dei casi aziendali la classe verrà divisa in piccoli gruppi (composti da 5/6 persone). I casi, in lingua inglese, verranno assegnati anticipatamente e riguarderanno un argomento saliente del corso. Il caso dovrà essere presentato formalmente in aula. Tutti i componenti del gruppo dovranno contribuire alla presentazione. Le presentazioni, non eccedenti i 30 minuti, saranno seguite da una discussione con i colleghi. Siffatte discussioni si terranno durante la seconda parte del corso (approssimativamente da metà novembre alla fine del corso). 75 % esame finale scritto Lo scritto, della durata di circa 1 ora e 45 minuti, sarà composto da domande aperte e domande chiuse (multiple choice) su tutto il programma. 2) Studenti non frequentanti o che non hanno preso parte al team case study Esame scritto finale della durata di 2,5 ore circa composto da un caso aziendale, domande aperte su tutto il programma e domande chiuse (multiple choice) su tutto il programma.

Risultati attesi

Vedi quanto riportato nella sezione sugli Obiettivi di apprendimento.

Testi

 Daft, R.L. (2010). Organizzazione Aziendale, quarta edizione, Milano: Apogeo. (capp. 2 e 3)
 Tosi, H.L., Pilati, M. (2008). Comportamento Organizzativo. Attori, Relazioni, Organizzazione, Management, seconda edizione, Milano: Egea. (Capp. 1, 2, 3, 5, 6, 8, 9, 10, 11 e 13).

Docenti

Fabiola BERTOLOTTI